Sincerità

Scritto da il Mar 23, 2009 in Intento | 7 commenti

Sincerità

Da anonimo:
"Ci hai mai pensato che l'essere veri e sinceri può anche essere molto comodo….ossia posso fare come mi pare perchè intanto lo faccio con sincerità??troppo facile!!siamo bravi tutti a seminare,certo poi se il raccolto lo calpesti…."

In realtà è scomodo,
come si può vedere, perchè impopolare.
Impopolare è tutto ciò che viene frainteso, per una mancanza di visione del sistema in un determinato momento.
Spazio e tempo.
Si continua a seminare perchè presuppone una dedizione ed una cura tali da garantire il "raccolto"….
Il raccolto è quello che deriva dalla selezione naturale.
Il raccolto è quello che rimane nel tempo.
Il raccolto è quello che resiste alle avversità!
Il raccolto è quello che fiorisce e sfrutta tutte le possibilità, capacità e risosrse della specie e del terreno!
Chi non sfrutta il potenziale muore cedendo il suo potenziale….agevolando il limitrofo….e comunque serve!
Il sistema armonioso è quello che bilancia anche il raccolto, rispettando la terra!

La sincerità non è fatta solo di verità ma anche di conoscenza,
essere sinceri implica la dichiarazione di intenti.
La dichiarazione di intenti deve essere tale da fare in modo che chi si relaziona con noi abbia la possibilità di scegliere in base alle sue esigenze.
Per essere più approfondita e dettagliata richiede una capacità, legata alle conoscenze, di rintracciare le proprie esigenze.
In questo modo possiamo rendere le esigenze condivisibili…."nel momento" di quella dichiarazione di intenti!
Tutto il cosmo è in movimento…trasformazione…pure noi!
Ogni momento dobbiamo cambiare se vogliamo essere in equilibrio con il cosmo…il reale…la verità.
Il rispetto è mettere in condizione di scegliere.
La libertà è la possibilità di scegliere ciò che ci realizza…il benessere!
Il rispetto e la libertà portano all'amore e al benessere collettivo!
Marco Nescatelli

Marco Nescatelli

Marco Nescatelli

Marco Nescatelli, ideatore di KataClimb
Maestro di Arrampicata Sportiva dal 1992.
Direttore e fondatore dell'Accademia di arrampicata Roma Center Climb.
Marco Nescatelli

Latest posts by Marco Nescatelli (see all)

7 Commenti

  1. chi giustifica il proprio egoismo con la sincerità è solo un paraculo..credo che essere sinceri non sia facile affatto perchè sono assolutamente convinta anche io che presupponga una conoscenza..di se stessi..se no il concetto di sincerità perde ogni senso..e credo che conoscersi ed accettarsi per quello che si è sia una delle cose più difficili,ma anche più straordinarie,in quanto solo attraverso quello possiamo costruire realtà che ci danno gioia..e solo attraverso quello siamo in grado di amare realmente..e quindi capaci di seminare e raccogliere..
    è molto bello quello che hai scritto sul “raccolto”..mi ha fatto venire i brividi..

  2. sincerità implica coerenza e la coerenza è scomoda.
    Cerco il silenzio a volte per sottolineare che la sincerità è insostituibile.
    La coerenza è fusa con la sincerità è l’unico modo per guardare diritto neglio occhi un altro uomo.

  3. non so…dipende in che senso intendiamo la coerenza..perchè noi esseri umani in quanto tali siamo in continua evoluzione e destinati al cambiamento..incoerenti per eccellenza..conoscersi vuol dire soprattutto accettare le mutazioni..e assecondarle..quello che oggi ci fa stare bene domani può farci soffrire,ma questo non vuol dire che non siamo sinceri..anzi..

  4. troppo difficile per me!!!!

  5. per riconoscere le prese ti devi attaccare a tutto e provare…o se no, ti fidi e ascolti chi ci è passato prima e provi come ti dice lui…

  6. E’ bello quello che hanno scritto Silvia e Daniela… entrambe hanno ragione… è naturale, è umano, ed è spesso in maniera inaspettata, che le cose cambino… nel bene e purtroppo anche nel male… la coerenza e la sincerità però devono esserci… nonostante tutto….. perchè se cambiano i sentimenti … se cambiano le situazioni… noi dobbiamo seguire i cambiamenti ma tutelando sia noi stessi che chi ci è accanto… perchè dobbiamo essere sinceri e rispettare chi vive o subisce i nostri cambiamenti. Il raccolto sarà allora costituito dall’amore dalla stima e dal ricordo che conserverà chi ci ha incontrati e ha fatto anche solo un pò di strada insieme… e ci ha insegnato qualcosa e ci ha amato…

  7. sagge parole…anzi meravigliose!!purtroppo spesso questo non succede,perchè ci si perde nei propri disastri..ma io ci provo sempre e comunque..cerco di seguire la mia linea di pensiero che paradossalmente sta diventando più delineata e che in realtà mi lascia finalmente libera..e cosciente del meraviglioso mondo che ho intorno e che amo!!!!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: